La storia 1968 / 2018

Cinquant’anni al servizio della persona.

La presenza della Diocesi di Lodi a Bellaria risale al 1948, quando l’ente diocesano “Beni Stabili Lodigiana” acquista dall’ing. Alfredo Fermo Marelli fu Ercole “del complesso di costruzioni e la relativa area circostante, …, utilizzabile per colonia marina per bambini della nostra città e diocesi, opera il cui bisogno è da tutti vivamente sentito” (delibera del 8 novembre 1948).

Da allora, prima con la Pontificia Opera Assistenza (POA) e poi con l’Opera Diocesana Assistenza (ODA), la colonia ha continuato fino al 1968 a svolgere la sua attività principalmente rivolta ai bambini e ragazzi. Migliaia sono i lodigiani che ricordano i giorni trascorsi sul mare di Bellaria.

Nel 1968 la svolta: la struttura è stata completamente ricostruita per dar spazio all’accoglienza di anziani e famiglie. Così da oltre 50 anni la Casa per Ferie San Bassiano continua a proporsi come luogo privilegiato per una vacanza serena e famigliare con servizi adeguati.

In quest’ottica un’altra tappa importante è stata la promulgazione del nuovo statuto (1973) con la costituzione  di un nuovo ente “Opera Diocesana S. Alberto vescovo” con il quale si precisava ancora di più le finalità della fondazione: “ritenuto che il ministero religioso, debba avvalersi di strutture che promuovano la cultura religiosa e l’esercizio delle opere di vita cristiana, secondo le esigenze sociali dei fedeli”.

 

 

 

 

 

Ciò che differenzia una Casa per Ferie da un albergo non sono i servizi forniti o la qualità degli stessi, ma il trattamento della persona che si accosta a questo tipo di realtà.

Coloro che decidono di trascorrervi le proprie vacanze non sono turisti, non sono nemmeno clienti, ma sono “ospiti”.

Viene in questo modo ad essere rilevante il concetto di casa nella sua più completa accezione: il suo fulcro è la famiglia e il suo perno la tavola, intesa come il momento del raduno familiare.

Oltre allo scopo di far nascere e consolidare relazioni interpersonali, la Casa per Ferie ha il ruolo di creare un ambiente favorevole alla scoperta di valori etici che possono essere ritrovati nella propria quotidianità.

L’attuale struttura è il risultato di un importante intervento di riqualificazione e di adeguamento alle norme vigenti (2013), con particolare riguardo agli ospiti con diversa abilità.

Una ulteriore scoperta della presenza lodigiana a Bellaria dalla prima metà del ‘900 è data dal fatto che un asilo infantile è stato gestito dalle suore Missionarie del Sacro Cuore di Gesù (Cabriniane).
Fino agli anni’50 sono state presenti sul territorio di Bellaria prendendosi cura di bambini e anziani che ancora oggi le ricordano con affetto.

La festa del 8 luglio presso la Casa

Momenti della Celebrazione Eucaristica

Momenti della Celebrazione Eucaristica

Il sindaco di Bellaria Igea Marina

Il sindaco di Bellaria Igea Marina

 

La torta

Il Vescovo Malvestiti con l’aiuto dei bambini tagliano la torta